News dalla formazione professionale
13/02/2015

Garanzia Giovani: da notizie assunte al Dipartimento Lavoro che la Ragioneria dello Stato ha disposto l'accreditamento delle risorse relative al primo acconto.

11/02/2015

Garanzia Giovani: oggi, come anticipato nella news del 10 febbraio u.s., il Dirigente Generale ha firmato i mandati di pagamento relativi al primo acconto a valere del finanziamento di Garanzia Giovani. I titoli di spesa, per complessivi 11.400 000,00 euro circa, sono stati trasmessi all'I.G.R.U.E (Ispettorato Generale per i Rappori finanziari con l'unione europea) - Ragioneria Generale dello Stato che provvedera' ad accreditare le risorse direttamente sui conti del Ciapi di Priolo.

10/02/2015

Garanzia Giovani: da informazioni assunte presso il Dipartimento Regionale del Lavoro risulta che domani il Ministero accrediterà il primo acconto del finanziamento del programma direttamente al Ciapi di Priolo. Saranno inoltre attivate le credenziali per la consultazione sulla piattaforma Sigma degli utenti profilati dai CPI e per il caricamento dei dati utili alla rendicontazione della misura relativa all'accoglienza presa in carico e orientamento.

10/02/2015

Notizie dall'ARS: il Presidente della V Commissione, oggi nel tardo pomeriggio, ha comunicato che la seduta congiunta con la II Commissione fissata per domani 11 febbraio 2015 alle ore 13.00 è stata rinviata a data da destinarsi.

10/02/2015

Progetto Prometeo: prossimo l’avvio di n. 43 corsi. Il Ciapi di Priolo ha trasmesso l’elenco degli allievi ai competenti Centri per l’Impiego per la necessaria autorizzazione. Le province interessate: AG (8), CT (3), ME (7), PA (21), TP (4). Previste 145 assunzioni circa. All'esame del Servizio Gestione la richiesta di II° acconto presentata dal Ciapi.

06/02/2015

RECLAMO DELLA UIL SCUOLA – SICILIA AL COMITATO EUROPEO DEI DIRITTI SOCIALI: a giorni si decide sull'ammissibilità (scarica allegato)

05/02/2015

IMPORTANTE - Consiglio di Giustizia Amministrativa: dopo il provvedimento del TAR favorevole per l'Ecap di Palermo, il CGA ha accordato la sospensiva all'Enfap Sicilia. Il provvedimento del CGA evidentemente da solo non basta per rimettere in pista l'Ente ed e' assolutamente necessario che il Dipartimento adotti i provvedimenti conseguenti. La UIl oggi stesso inviera' all'Assessore un richiesta d'incontro. Non ci sono più abili o atti dovuti. Bisogna ridare subito il lavoro ai dipendenti dell'Enfap Sicilia e dell'Ecap di Palermo.

04/02/2015

CGID 2014 - Piano straordinario per il lavoro e ammortizzatori sociali: nell'incontro di ieri 3 febbraio 2015 con l'Assessore Caruso e il Dirigente Generale, in merito al piano straordinario per il lavoro contenuto nel PAC 4 di 242 meuro, il Governo ha ufficialmente comunicato alle delegazioni sindacali CGIL CISL UIL Sicilia che 150 milioni dei 242 sono stati destinta alle politiche passive (segnatamente agli ammortizzatori sociali in deroga 2014) e 50 meuro per le politiche attive. La decisione della Regione di coprire il fabbisogno degli ammortizzatori sociali, di fatto, sopperisce ad un intervento che spetterebbe allo Stato. L'operazione e' in deroga ache alle disposizioni contenute negli artt. 2 e 3 del decreto interministeriale n. 83473 del 01/08/2014 e pertanto, tutte le richieste di concessioni di trattamento di integrazione salariale presentante nel 2014 saranno completamente evase. Sono dunque ricomprese le istanze di CIGD 2014 degli enti di formazione che riguardano periodi successivi al 31/07/2014. I tempi previsti dal Governo per il pagamento delle indennita' sono apprezzati in 30 gg circa nel senso che a marzo 2015 i 150 milioni del piano potrebbero essere gia' nelle casse dell'INPS. In questi giorni l'istituto previdenziale, a seguito del versamento di 15 milioni di euro nelle sue casse, provenienti sempre dalla Regione Siciliana per il tramite del Minisetro del Lavoro, sta pagando le CIGD 2014, riprendendo da dove ha interrotto per mancanza di fondi, sino al concorrimento della somma. Rammentiamo che in questi giorni aspettiamo la decisione del Comitato Europeope per i diritti sociali in merito al reclamo collettivo presentato dalla UIl Scuola Sicilia riguardante l'esclusione degli enti di formazione dai benefici degli ammortizzatori sociali con le risorse ordinarie dello Stato.

04/02/2015

Avvisi 1 e 2 - monitoraggio sui saldi: su 96 progetti, 17 i progetti che hanno il decreto di chiusura delle operazioni FSE e che sono stati registrati dalla Corte dei Conti, 3 sono in corso di registrazione Per i restanti 76 progetti non e' ancora completo l'iter amministrativo per la trasmissione alla Ragioneria della documentazione (decreto e documenti a supporto ). I saldi per gli enti che hanno ottenuto la registrazione del decreto potranno erogarsi dopo la reiscrizione in bilancio delle somme. La richiesta di reiscrizione e' stata inoltrata lo stesso giorno della pubblicazione dell'esercizio proovvisorio per il 2015. I 17 enti in attesa di saldo sono i seguenti. AVVISO 1: Anapia PA - Accademia Palladium - Ciapi Priolo - Cosmopolis - Efal TP- Ecap TP- Enaip EN - Enaip RG - Evergreen - Geoinformatica - Prosca. AVVISO 2: Arces - SG.Apostolo - Cipa-at PA - Cipa-at TP - Ecap TP - Enaip RG. I 3 enti che hanno in corso la registrazione sono MCG (avviso 2), ENAIP EN (avviso 2), EFAL PA (avviso 2).

04/02/2015

Garanzia Giorvani - Esito incontro Caruso - OO.SS. del 3 febbraio 2015 : dopo le improvvide dichiarazioni nella conferenza stampa dell'Assessore riguardo la interruzione dei rapporti di lavoro instaurati per tre mesi con il Ciapi di Priolo, e' stato abbondantemente chiarito che la proroga e' certa e per un periodo che si determinera' in relazione all'avanzamento e dei risultati del programma, perche la pubblicazione degli avvisi, contenenti misure trasversali produrra' un incremento delle adesioni al programma e con queste un avanzamento utile nel contatore della spesa e quindi anche di quella relativa al personale addetto. Rispetto al futuro, l'Assessore ha comunicato che il Governo intende procedere con la massima celerita' alla creazione di un sistema in cui agiscono in regime di collaborazione il pubblico (CPI) e il privato (Agenzia per il Lavoro) e renderlo stabile. Ha comunicato che le nuove linee di accreditamento sono pronte e auspica un confronto con le OO.SS. "certo e condiviso" su tutta la materia del lavoro in Sicilia. La UIl ha accettatto il confronto ed ha dichiarando che esaminera' senza pregiudizi il lavoro e la proposta di Governo riservandosi ogni modifica tesa alla tutela del patrimonio umano e professionale, sul quale la Regione ha investito, e che sino ad oggi ha assicurato alla Sicilia la erogazione delle politiche attive e che sta consentendo l'attuazione del Programma Europeo Garanzia Giovani. E' in corso l'organizzazione di un incontro con i lavoratori iscritti alla UIL, che sara' comunicato ai RSA, per fare un esame più approfondito e la creazione di un gruppo di lavoro.

29/01/2015

Garanzia Giovani: ulteriore presa di posizione della UIL Sicilia - Ex Sportelli, Barone (Uil Sicilia): “Questi lavoratori devono essere garantiti. O Caruso cambia e apre ai sindacati o con la Uil è rottura”. Testo del comunicato stamapa:. “Se l’assessore Caruso non cambia impostazione sul licenziamento dei lavoratori degli ex Sportelli e non convoca le organizzazioni sindacali per spiegare come intende garantire il loro futuro, nessun dialogo sarà più possibile con la Uil Sicilia”.  E’ questa la posizione del segretario generale, Claudio Barone, che ribadisce: “Il Governo Crocetta si era impegnato a non fare macelleria sociale ma già oggi abbiamo migliaia di licenziati della Formazione ai quali vuole aggiungere, fra tre mesi, anche quelli degli ex Sportelli senza offrire nessuna alternativa vera. La tensione sociale è già fortissima e non servono di certo battute di dubbio gusto e il solito scaricabile tra Governo regionale e nazionale. Chiediamo, invece, alla politica l’assunzione di responsabilità sul destino di questa gente e un confronto per individuare soluzioni praticabili al fine di tamponare l’emergenza e riformare l’intero comparto. Tutt’oggi non abbiamo avuto risposte. Il Governo Crocetta deve sapere che di fronte alla disperazione, il sindacato scenderà in piazza con lotte sempre più dure”.

29/01/2015

Garanzia Giovani: dopo le dichiarazioni dell'Assessore Caruso, la UIl Sicilia e la UIl Scuola hanno prontamente reagito con un durissimo comunicato. Riteniamo indispensabile, tuttavia, in questa delicata fase di avvio del programma a bandi pubblicati, un approfondimento con i lavoratori della filiera e pertanto, ci stiamo attivando per organizzare con le altre OO.SS. idonee assemblee.

28/01/2015

GARANZIA GIOVANI – Piano di attuazione regionale 2014/2015: dopo il bando della misura Servizio Civile (scheda n. 6) parte anche la misura Formazione (scheda 2-B) “reinserimento di giovani 15 – 18enni in percorsi formativi. Il DDG. 291 del 26 gennaio 2015 è stato pubblicato con l’allegato Avviso pubblico sul sito ufficiale del Dipartimento Regionale Istruzione e Formazione il 26 gennaio 2015. Gli organismi che vorranno presentare le istanze di finanziamento dovranno farlo entro il 10° giorno dalla data di pubblicazione sul sito ufficiale del Dipartimento. (scarica DDG e avviso allegato)

28/01/2015

Comunicato stampa - Ex Sportelli, Barone e Raimondi (Uil Sicilia): “Licenziamenti di massa entro tre mesi. Inaccettabili le dichiarazioni di Caruso”. PALERMO. “Gravissime, e per questo inaccettabili, le dichiarazioni dell’assessore regionale Caruso che ha annunciato altri 1.800 licenziamenti in Sicilia. Sono i lavoratori ex Sportelli che fra tre mesi perderanno il posto. E sempre secondo il Governo regionale, in loro sostituzione si potranno fare nuove assunzioni. Avremo così migliaia di cinquantenni disoccupati, senza alcuna alternativa occupazionale, e nuovi precari destinati a seguire le loro orme, sempre ricattabili da una politica che a parole dice di volere fare le riforme ma in realtà vuole solo continuare ad ampliare il bacino del precariato per il solo consenso elettorale”. Lo dicono Claudio Barone, segretario generale della Uil Sicilia, e Giuseppe Raimondi della Segreteria della Uil Sicilia, che aggiungono: “L’assessore Caruso oggi non ha proposto alcuna soluzione che possa evitare macelleria sociale accoppiata a una nuova ondata di clientelismo. Anzi, sembra quasi ritenere che il problema non riguardi il Governo regionale. Lo dimostra anche la sua battuta di dubbio gusto: “Se lo Stato mette i soldi li assumeremmo anche a vita”.  Non è accettabile - continuano Barone e Raimondi - che di fronte al dramma di migliaia di famiglie ci sia questo atteggiamento irresponsabile e insensibile. La Uil Sicilia chiede da tempo un confronto per individuare soluzioni praticabili per tamponare l’emergenza e rilanciare l’intero comparto (Formazione, Sportelli e Istruzione). Ma tutt’oggi non abbiamo avuto risposte. Il Governo Crocetta deve sapere che di fronte alla disperazione della gente, il sindacato scenderà in piazza con lotte sempre più dure

26/01/2015

Vertenza Formazione Professionale - Comunicato stampa - Nessuna riforma ma solo licenziamenti collettivi nel settore della Formazione professionale siciliana. Per questo siamo pronti a riprendere la protesta. Daremo voce alla disperazione dei lavoratori, da mesi senza stipendio e senza occupazione. Questa famiglie  hanno bisogno di risposte immediate e concrete o altrimenti a Giugno sarà la morte completa del settore e di oltre ottomila operatori”. Lo dice Giuseppe Raimondi, della segreteria della Uil Sicilia, che insieme a Cgil e Cisl, ha chiesto già un incontro al Presidente Crocetta e agli assessori Lo Bello e Caruso. E Raimondi continua: “Manca ancora una programmazione per la futura attività formativa e dal Governo nazionale arrivano solo tagli agli ammortizzatori sociali. A pagare il conto saranno come sempre le fasce più deboli. Per questo chiediamo alla Regione un cambio di rotta. E’ necessario subito un confronto con le organizzazioni sindacali per rilanciare il settore e dare certezze a questi lavoratori. Intanto la prossima settimana la Corte europea dovrebbe esprimersi sull’ammissibilità del ricorso della Uil Scuola in merito all’esclusione degli enti dai benefici della cassa integrazione in deroga. Infine - conclude Raimondi - anche i nostri iscritti potranno partecipare allo sciopero del settore indetto il prossimo 30 Gennaio”.